Damigella d'onore: quali sono i suoi compiti durante la cerimonia? - Nozze in Fiera 4-5-6 e 11-12-13 Ottobre 2019
16478
post-template-default,single,single-post,postid-16478,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,paspartu_enabled,paspartu_on_bottom_fixed,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive,elementor-default

Damigella d’onore: quali sono i suoi compiti durante la cerimonia?

Damigella d’onore: quali sono i suoi compiti durante la cerimonia?

Siete amiche da sempre ed insieme avete vissuto rotture amorose, litigi, giornate importanti e giornate da dimenticare. Ecco perché, quando una donna sceglie la sua migliore amica come damigella d’onore, non si tratta di un dettaglio di poco conto.

Nonostante sia una tradizione non proprio italiana, anche da noi si sta diffondendo sempre più la necessità di scegliere una figura simbolica che segua la sposa dall’inizio alla fine. Non si tratta di un ruolo di facciata, anzi: diversamente dalle altre damigelle, la damigella d’onore è quella che riesce meglio ad interpretare i gusti e gli umori delle sposa, accompagnandola nel suo giorno più bello.

Ecco tutti i motivi per cui essere una damigella d’onore è un compito difficile, ma meraviglioso…

Essere damigella d’onore è una missione

Se la vostra migliore amica vi ha scelto per essere al suo fianco durante le sue nozze, ricordatevi che dovrete ricorrere a tutta la pazienza, alla determinazione e alla forza di volontà in vostro possesso. Dovrete essere i suoi occhi, le sue mani e forse anche le sue ali: in poche parole, imparate ad essere un vero e proprio angelo custode. Se pensate di non essere in grado di farlo, parlatene subito alla diretta interessata, ma non fasciatevi la testa prima del tempo: accettare potrebbe rappresentare un’occasione perfetta per rafforzare la vostra amicizia.

Siate incoraggianti, anche quando le cose non vanno per il verso giusto

La strada che porta alle nozze può diventare molto tortuosa. Sebbene siate solo “spettatrici” e non “attrici”, ricordatevi di essere sempre di conforto, soprattutto nei momenti no della sposa.

Quando l’abito nuziale non veste nel modo giusto, quando il catering si dimentica di quell’ospite vegano, quando il testimone non ricorda dove ha messo le fedi. In poche parole, siate come una cheerleader per la vostra più cara amica, impegnatevi a tenerla su di morale.

Allenatevi a sorridere

Quando c’è di mezzo una sposa, si sa, le emozioni possono venire amplificate all’eccesso. Organizzare un matrimonio significa salire a bordo di una montagna russa lunga almeno qualche mese, capace di provocare stress e capogiri, oltre che gioia.

Considerate queste possibili reazioni, ogni damigella d’onore dovrebbe prepararsi a sorridere anche quando la situazione sembra tragica. Ricordatevi: un giorno potreste esserci voi dalla parte della sposa. Non vorreste una persona a cui potervi affidare ciecamente?

Il “duro” mestiere della damigella d’onore

Se siete state scelte come damigelle d’onore, sappiate che ovviamente ci saranno tante occasioni per festeggiare, anche prima delle nozze. Pensate alla prova dell’abito da sposa, un momento speciale sia per la sposa che per chi la accompagna, che può essere accompagnato da un aperitivo tra amiche o da un giro alle terme. Per non parlare dell’addio al nubilato, spesso organizzato proprio dalla damigella d’onore. Ma ci sono anche dei compiti un po’ più specifici, da riservare per il giorno del matrimonio. Chi pensate che debba sollevare lo strascico della sposa? O darle una passata di cipria tra una portata e l’altra del ricevimento? O tenere a portata di mano il kit di emergenza?

Quando il dovere chiama, ogni damigella d’onore risponde!

Perfezionate l’arte della conversazione

Preparatevi: in qualità di damigella d’onore sarete al centro dell’attenzione per tutto il giorno delle nozze.

Questo significa anche darsi da fare per stimolare le chiacchiere e per far divertire gli altri ospiti durante i momenti cruciali, magari anche con qualche gioco.

Sfoderate le vostre doti oratorie e dimostrate di essere l’amica speciale che ogni donna vorrebbe avere. Essere damigella non significa solo indossare un bell’abito da cerimonia o scarpe eleganti: è molto di più.

Preparatevi un discorso

Durante il banchetto potrebbe essere richiesto il vostro intervento. Sì, perché il momento del discorso non è riservato solo agli sposi, ma anche a tutti coloro che hanno qualcosa da dire sulla coppia. E chi, meglio della damigella d’onore, potrebbe far commuovere tutti raccontando il punto di vista di chi ha vissuto da molto vicino una bella storia d’amore?

www.sposae.com